Come Rimuovere un Nido di Vespe: 3 Consigli da Seguire

Può essere davvero una sgradita sorpresa quella che ci ritroviamo in casa quando le vespe hanno scelto la nostra cantina o il nostro sottotetto (o un altro ambiente) della nostra casa per nidificare. Una sgradita sorpresa per cui è necessario intervenire con la massima tempestività: allora come rimuovere un nido di vespe prima che diventi troppo grande (e pieno di insetti) ed evitando, per quanto possibile che le vespe ci attacchino?

Perché sappiamo che se una singola puntura di vespa può causarci solo qualche fastidio locale (a meno di casi di allergia, nei quali anche una sola puntura può rappresentare un grave pericolo per la salute), ma se veniamo aggrediti da uno sciame di vespe (magari spaventate dalla nostra presenza) rischiamo delle conseguenze anche gravi. Per questo è importante sapere come rimuovere un nido di vespe in modo efficace e senza rischi.

1.Come rimuovere un nido di vespe: muoviamoci al buio

C’è una regola principale che dobbiamo sempre ricordarci di seguire quando ci apprestiamo a rimuovere un nido di vespe: evitiamo di fare questa operazione durante il giorno, perché le vespe sono sveglie e attive, e sarebbe molto più alta la probabilità di subire un attacco. Se invece scegliamo le ore in cui la luce e il calore sono minori (il meglio sarebbe farlo al buio, ma visto che non è semplice e non è indicato utilizzare una fonte di luce artificiale troppo intensa, possiamo farlo all’imbrunire).

2.Come rimuovere un nido di vespe: il fumo come alleato

Per eliminare un nido di vespe senza rischi possiamo utilizzare i classici insetticidi: si tratta però di prodotti chimici molto potenti, che vanno maneggiati con cautela e che possono dare effetti collaterali anche fastidiosi se utilizzati in presenza di soggetti allergici o con problemi a livello respiratori. Un’alternativa naturale (che non uccide, ma allontana le vespe) agli insetticidi può essere l’utilizzo del fumo.

Per utilizzare questo sistema dobbiamo procurarci un contenitore in metallo con coperchio: al suo interno inseriremo della carta di giornale (oppure della paglia se ne abbiamo a disposizione) a cui daremo fuoco. Lasciamo che la fiamma bruci quasi tutta la carta, chiudiamolo rapidamente con il tappo e portiamo il contenitore vicino al nido di vespe. Ora basterà aprire il contenitore per diffondere il fumo, che servirà a infastidire e stordire le vespe, che molto probabilmente abbandoneranno il loro nido per uscire all’aria aperta.

A questo punto dovremmo liberarci dal nido delle vespe: lo faremo cadere dalla parete cui è ancorato (possiamo aiutarci con un bastone) e potremmo o bruciarlo oppure metterlo in un sacco ben chiuso e smaltirlo lontano dal luogo in cui era ubicato. Ricordiamoci sempre di maneggiare con attenzione il nido, perché qualche vespa potrebbe essere rimasta al suo interno: guanti e altro materiale di protezione sono un obbligo.

3.Come rimuovere un nido di vespe: a volte ritornano

Fatte queste operazioni potremmo pensare di esserci liberati definitivamente dal problema vespe: invece dobbiamo considerare il fatto che questi insetti sono particolarmente abitudinari, per cui potremmo avere la sorpresa (poco piacevole) di ritrovare dopo poco tempo un nuovo nido di vespe nel punto dove avevamo rimosso il primo. Come possiamo fare per evitare che si verifichi questa eventualità?

La soluzione può essere quella di mettere in atto delle misure di prevenzione: possiamo spruzzare il luogo in cui si trovava il nido con degli appositi insetticidi, oppure con dello zolfo, o ancora sistemare le classiche palline di naftalina. Tutti questi odori infatti risultano molto sgradevoli per le vespe, che se li percepiscono potrebbero ritenere il luogo come inospitale e quindi rinunciare alla creazione di un nuovo nido.

Ricordiamoci sempre, quando svolgiamo tutte queste operazioni, di indossare un abbigliamento di protezione adeguato (soprattutto per quel che riguarda le mani e il viso): niente magliette e pantaloncini corti, perché le conseguenze potrebbero essere poco piacevoli. E ricordiamoci di muoverci con cautela e lentezza: i movimenti bruschi innervosiscono le vespe, che sono portate ad attaccare un soggetto in movimento. Se ci sentiamo in pericolo la scelta migliore è quella di rimanere immobili.

Abbiamo visto come rimuovere un nido di vespe non sia un’operazione semplice: se vuoi che sia effettuata in sicurezza e senza rischi per la salute, contatta i nostri esperti, che saranno in grado di proporti una soluzione su misura per le tue esigenze.

Ritratto di Poletti
Inviato da Poletti
il Mar, 11/10/2015 - 09:30
Contattaci

Per poter valutare con maggiori dettagli la tua situazione ed aiutarti, puoi compilare i seguenti campi e inviare la richiesta di informazioni.